RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO AL GEOM. ALESSANDRO LEONE





Richiedete gratis un preventivo al Geom. Alessandro Leone compilando il form mail che trovate nella barra laterale del blog oppure chiamando al numero :

339/4611932

domenica 24 aprile 2016

CILA - Comunicazione inizio lavori asseverata a Roma

Il panorama tecnico ha visto a partite dal 2010 un radicale cambiamento per quanto riguarda le pratiche autorizzative dettate dal D.P.R. 380/01 (testo unico per l'edilizia) il quale ha visto modificare gli articoli di legge della normativa introducendo la novità della CIL (comunicazione inizo lavori asseverata) la quale, a Roma almeno, è stata interpretata da Roma Capitale come CILA (comunicazione inizio lavori asseverata) e CIL (comunicazione inizio lavori, che tratteremo in un'altro post con maggior dettaglio). 
Con l'introduzione della Legge 22 maggio 2010 n. 73, ed in particolare all'art. 5, vennero istituite interessanti semplificazioni in materia urbanistica che permisero di presentare una pratica urbanistica per opere interne senza attendere i 30 giorni di silenzio assenso che la DIA prevedeva nel testo unico per l'edilizia. 
Ma l'effetto della semplificazione non fu solamente il vantaggio di non attendere i 30 giorni al fine di maturare il silenzio assenso ma fu possibile, cercherò di semplificarlo in un elenco dettagliato, eseguire in forma asseverata da parte di un tecnico abilitato i seguenti interventi edilizi : 

- manutenzione straordinaria (spostamento pareti interne) 
-manutenzione ordinaria (già  eseguibile comunque con una semplice comunicazione scritta ) 
- Adeguamenti volti all'abbatimento di barriere architettoniche (solo opere interne) 
- Attività geognostiche 
- movimenti terra ma solo per interventi volti alle attività agricole 
- Serre mobili di carattere stagionale
- opere, anche esterne, di carattere provvisionale (diciamo per esigenze cantieristiche) 
- Opere di sistemazione dei piazzali, pavimentazone di aree esterne, realizzazione di vasche di raccolta e locali tombati 
- i pannelli solari, fotovoltaici e termici, senza serbatoio di accumulo esterno, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori della zona A) di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444

La normativa inoltre prevedeva 3 tipi di pratica che a Roma vennero interpretate dalla pubblica amministrazione come segue: 

- CILA per opere da eseguire: era prevista la presentazione della modulistica con allegati e un progetto dello stato ante e post operam, il corrispettivo da versare di € 251,24€, ad oggi modalità e costi sono invariati

- CILA per opere in corso di esecuzione : stessa documentazione della CILA per opere da eseguire però con una sanzione da pagare pari a 1/3 di € 258,00 i quali a seguito della delibera 44/2011 il comune di Roma ha portato l'importo a € 333,00 ovvero pari a 1/3 di € 1.000,00. 

- CILA in sanatoria : stessa documentazione delle CILA sopra elencate con l'unica diversità che l'importo è passata da € 258,00 a € 1.000,00 (almeno ad oggi) 

Da un punto di vista tecnico la CILA ha introdotto importantissime novità nelle quali parleremo più avanti nel post dello sblocca Italia, io da geometra a Roma posso dirti che la semplificazione della CILA ha sicuramente aiutato l'attività di noi tecnici. 

Alla stesura del presente documento la CILA sta mutando e a breve infatti sarà disponibile l'inoltro a Roma attraverso il SIET ovvero il sistema di Roma capitale con il quale sarà infatti possibile fare i depositi direttamente online a partire da metà Maggio 2016. Per ora è bene adottare il modulo unico introdotto per tutti i comuni della Regione Lazio lo stesso potrebbe essere "superato" non appena il SIET diventerà operativo.

Nel prossimo articolo parlerò di come la CILA si sia poi "splittata" verso la CIL e di cosa sia possibile fare con il modulo unico valido per tutti i comuni dalla Regione Lazio.