RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO AL GEOM. ALESSANDRO LEONE





Richiedete gratis un preventivo al Geom. Alessandro Leone compilando il form mail che trovate nella barra laterale del blog oppure chiamando al numero :

339/4611932

venerdì 29 aprile 2016

CILA impariamo a capirla meglio...

Riporto in questo post non tanto l'aspetto normativo della CILA in se stesso, in quanto già riportato in altro post, quanto gli errori più comuni che di solito vengono commessi e comunque le risposte che tutti cercano in merito a quali interventi siano consentiti nella CILA (comunicazione inizio lavori asseverata) a Roma e quali no. 
In particolare dobbiamo fare attenzione al regolamento edilizio e d'igene del comune di Roma perchè all'interno dello stesso vengono riportate una serie di direttive molto importanti da non trascurare ai fini di una pratica incontestabile. 
Andiamo ora ad analizzare schematicamente gli errori più banali e da non commettere : 

- Le stanze da letto in generale non possono essere inferiori a 9 mq non devono mai affacciare su chiostrine, devono avere un rapporto aeroilluminante paria a  1/6 o 1/8. Attenzione anche all'altezza utile interna che non deve essere inferiore a m 2,70. 

- Il soggiorno deve essere ben illuminanto e aerato in rapporto 1/6 o 1/8, non deve avere una superficie inferiore a 14,00 mq, è consentito annettere al soggiorno un angolo cottura che sia munito di cappa aspirante sopra i fornelli. Attenzione che le finestre devono tutte affacciare su fronte stradale e non è consentito mai in nessun caso l'affaccio su le chiostrine. 

- I bagni, i ripostigli e i corridoi possono essere alti 2,40 m mentre tutti gli altri ambienti devono avere un altezza di 2,70 m. Se il bagno è cieco deve essere installato un idoneo impianto di estrazione d'aria forzata che possa dare verso l'esterno.

- I ripostigli se con finestra non devono essere superiori a 4,00 mq, se privi di finestra non hanno un reale limite in termini di grandezza. 

- Le stanze da letto se singole devono essere maggiori di 9,00 mq mentre le stanze doppie devono essere almeno 14,00 mq ovviamente in tutti i casi le camere da letto devono avere finestre e rapporto aerolliminante di 1/6 o 1/8. 


Al fine di chiarire meglio i concetti sopra esposti riporto un link al regolamento edilizio del Comune di Roma:



Leggete bene pertanto gli articoli 38, 39, 40 ,41 e 42