RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO AL GEOM. ALESSANDRO LEONE





Richiedete gratis un preventivo al Geom. Alessandro Leone compilando il form mail che trovate nella barra laterale del blog oppure chiamando al numero :

339/4611932

giovedì 9 marzo 2017

Segnalazione certificata di Agibilità

A partire dal 01 Marzo 2017 in base  a quanto disposto dal D.lgs. n. 222 del 25.11.2016 – SCIA 2 sono disponibili i nuovi moduli per la presentazione delle domande per la Segnalazione certificata di agibilità, la segnalazione certificata di agibilità parziale e la segnalazione certificata di agibilità di edifici o parte di essi dotati già del certificato di agibilità   / certificato di agibilità parziale sul sito del Comune di Roma. 
Il testo della SCIA va inoltre a modificare l'art.24 e ad abrogare l'art. 25 del DPR 380/01 diventa pertanto necessario presentare entro 15 giorni dalla fine dei lavori tale certificazione per non incorrere poi nelle sanzioni già dettate nel testo unico per l'edilizia. 

Questa la sintesi descritta in poche parole normative ma realmente quando è necessario presentare tale attestazione ?

Da una mia lettura degli articoli di legge l'obbligatorietà c'è per quasi tutti gli interventi laddove vengano modificate sia le condizioni di igiene, salubrità ed energetiche del fabbricato o di singole unità immobiliari (o parte di esse) sia negli interventi dove vengano modificata l'impiantistica dei beni immobili (es. impianto elettrico, idrico e di scarico ecc. ). Restano fuori quegli interventi che non incidono sulle condizioni di cui sopra, per fare un esempio pratico la rimozione di una spalletta in cartongesso o in muratura, l'abbattimento di un muretto o interventi similari che non vadano a modificare l'impiantistica di un immobile per esempio rientrano in quelle categorie di intervento esenti dalla presentazione (lavori in economia diretta). 

Quanto sopra descritto sono mie considerazioni riferite oltretutto alla normativa attuale e alla modulistica attuale in vigore alla data in cui descrivo questo post, c'è da dire che in programma con molta probabilità ci saranno revisioni (con delibere probabilmente) da parte del Comune di Roma e da parte della Regione Lazio. 

Questo tuttavia è il quadro normativo ad oggi, staremo a vedere nei prossimi giorni quali cambiamenti saranno perfezionati man mano che la nuova normativa sia assimilata da parte della pubblica amministrazione.